Richiedi informazioni

Analisi dei mercati valutari

giu 19, 2020 | Analisi del mercato valutario

Pillole giornaliere

Le richieste di nuovi sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti deludono e si attestano a circa 1,5 milioni (che è comunque il livello più basso dall’inizio dell’emergenza) mentre le richieste totali non scendono sotto i 20 milioni. Considerando che anche il settore della vendita di nuovi immobili non sembra ripartire, si inizia a pensare che l'entusiasmo per l'inaspettato dato positivo sulle vendite al dettaglio non sia abbastanza per parlare di ripresa. Dello stesso avviso Jerome Powell, presidente della Federal Reserve, che terrà uno speech a fine giornata e probabilmente ribadirà la sua cautela in merito alla presunta ripresa. La preoccupazione è che anche le imprese non direttamente colpite dal COVID possano iniziare a ridurre la forza lavoro a causa della mancanza di domanda.

Intanto il presidente Trump è impegnato nella corsa elettorale. Secondo l'ultimo sondaggio portato avanti da FOX News, il Presidente in carica sarebbe ben 12 punti sotto il suo rivale democratico, Joe Biden.

Come previsto, la BOE ha aumentato il suo programma di acquisto di obbligazioni di £ 100 miliardi ma ha dichiarato che prevede di esaurire i fondi entro la fine dell'anno, implicando un rallentamento nel ritmo degli acquisti.

Anche nel Regno Unito le vendite al dettaglio hanno mostrato un rimbalzo inaspettato  a maggio segnando un +12% m/m dopo essere precipitate ad aprile (-18%), primo mese di blocco totale. Intanto il dato su UK GfK Consumer Confidence, sulla fiducia dei consumatori inglesi, è in risalita rispetto ai minimi registrati nell'ultimo report. Le incertezze sul Brexit, i dati epidemiologici e una BOE non disposta ad un "whatever it takes", non stanno aiutando una sterlina ancora in crisi.

Continuano gli incontri tra i leader europei per discutere del Fondo UE a sostegno della ripresa economica. La Germania e la Francia stanno spingendo per adottare l'ambizioso programma proposto dalla Commissione europea, mentre il gruppo dei paesi più ricchi  (i cd. Frugal Four) fanno fatica a concedere i prestiti senza condizioni. Probabilmente per una decisione finale bisognerà attendere il prossimo vertice di luglio sebbene la Cancelliera tedesca abbia dichiarato che farà quanto in suo potere per chiudere la questione prima della pausa estiva.


SEGUI LA NOSTRA  PAGINA  LINKEDIN PER RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI QUOTIDIANI E I NOSTRI APPROFONDIMENTI


Vorrei ricevere l’Analisi Giornaliera sulle Valute nella mia casella di posta elettronica

Questa newsletter, pubblicata cinque volte la settimana, passa in rassegna giorno per giorno i principali eventi e le attività che dominano i mercati.