Richiedi informazioni

Analisi dei mercati valutari

mag 20, 2020 | Analisi del mercato valutario

Pillole giornaliere

PILLOLE GIORNALIERE

  • Ottimismo di inizio settimana quasi scomparso e prudenza all'ordine del giorno: i primi studi clinici sul vaccino contro Covid-19 del Moderna Inc messi in dubbio, non avendo dimostrato l'efficacia contro il virus.
    • Dopo solo una settimana dalla riapertura delle scuole in Francia, 70 nuovi casi di coronavirus nelle aule costringono le autorità a chiudere alcune scuole materne e elementari.
  • L'euro rimane al rialzo rispetto alle valute maggiori grazie al supporto dell’indicatore economico ZEW che mostra un aumento più alto del previsto della fiducia degli investitori in Germania rispetto agli ultimi 5 anni.
    • Per quanto riguarda il piano di stimolo franco-tedesco di 500 miliardi di €, le voci discordanti all'interno dell'Unione europea che si oppongono all'idea di sussidi e campagna di aiuti sotto forma di prestito, obbligano la Commissione europea a rivedere la proposta di Berlino e Parigi e modificarla per cercare di trovare un consenso tra i 27 membri. Passorivoluzionario per la Merkel che, fino ad un mese fa contraria a ogni ipotesi di mutualizzazione del debito, sceglie la strada della solidarietà, consapevole che solo se tutti torneranno in salute, la Germania potrà restare forte.
  • L'audizione di ieri al Senato del segretario americano al Tesoro e del governatore della Fed non ha portato nuovi elementi reali: Powell conferma l'impegno della banca centrale per il sostegno dell'economia US e rassicura sulla presenza di nuove soluzioni.
    • L’euro si consolida contro dollaro sopra il livello $ 1,09, tuttavia, le pressioni al rialzo sono modeste alla luce delle persistenti incertezze che circondano la formalizzazione di un piano di ripresa europeo.
  • La sterlina riacquista momentaneamente forza contro l'euro grazie al supporto non solo dei dati sull'occupazione, che a marzo registrano un tasso di disoccupazione al 3,9%, ma anche sulla pubblicazione da parte del governo britannico di un nuovo regime doganale nel Regno Unito nel quadro del post Brexit che appare molto favorevole ai consumatori. Mano tesa verso gli Stati Uniti con il quale Londra ha iniziato questo mese i negoziati commerciali su un accordo di libero scambio.

SEGUI LA NOSTRA PAGINA LINKEDIN PER RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI QUOTIDIANI E I NOSTRI APPROFONDIMENTI.



Vorrei ricevere l’Analisi Giornaliera sulle Valute nella mia casella di posta elettronica

Questa newsletter, pubblicata cinque volte la settimana, passa in rassegna giorno per giorno i principali eventi e le attività che dominano i mercati.