Richiedi informazioni

Analisi dei mercati valutari

ott 23, 2019 | Analisi del mercato valutario

Pillole giornaliere

Brexit: sterlina che perde terreno dopo che il Parlamento Britannico ha bloccato il calendario e l'uscita dall'UE entro il 31 ottobre; I parlamentari hanno appoggiato il disegno di legge WA con il sostegno dei ribelli conservatori e dei parlamentari laburisti; l'UE deve ora decidere l'estensione, ma il PM Johnson potrebbe preferire nuove elezioni. Benn Act afferma che Johnson deve accettare qualunque termine di estensione offerto dall'UE. Giorno tranquillo in termini di dati economici; domani ultimo consiglio direttivo che vedrà impegnato per l’ultima volta Draghi come Presidente. Decisione di politica monetaria domani anche per la Norges Bank (NOK), della Riksbank (SEK) e della Turchia (TRY). Nikkei + 0,34%, Brent grezzo -0,4% a $ 59,44 / b

USD

Cambio principe che recede ma sempre in area 1.1100 a fronte dell’ impasse sul Brexit. Infatti l’ottimismo svanito sull’accordo di uscita soft al 31 ottobre ha spinto la divisa unica al ribasso. Tutta l’attenzione adesso si è spostata sulla EU e sulla decisione di posticipare o meno la data del 31 ottobre con l’incognita di nuove elezioni e un secondo referendum.  Il movimento al ribasso è supportato anche dal calo dei rendimenti del 10Y Bund a -0.38%. Nulla di rilevante a livello europeo e statunitense per la giornata odierna. A livello tecnico primo supporto a 1.1070 mentre prima resistenza a 1.1170.

GBP

Cambio recupera sopra area 0.86 per l’ennesimo stop del Brexit a livello di Parlamento Britannico. Nessun dato per il Regno Unito per la giornata odierna. A livello tecnico primo supporto a 0.8550 mentre prima resistenza a 0.8670.


Vorrei ricevere l’Analisi Giornaliera sulle Valute nella mia casella di posta elettronica

Questa newsletter, pubblicata cinque volte la settimana, passa in rassegna giorno per giorno i principali eventi e le attività che dominano i mercati.