Analisi dei mercati valutari

set 30, 2019 | Analisi del mercato valutario

Pillole giornaliere

Il Ministero del Tesoro degli Stati Uniti nega il rapporto di Bloomberg, affermando che non c’è "nessun piano attuale" per limitare gli investimenti statunitensi in società e mercati finanziari cinesi oltre al delisting di società cinesi dai mercati americani. Il PMI di settembre in Cina è salito a 49,8 da 49,5; service PMI 53.7 vs 53.8 prev; i mercati cinesi resteranno chiusi dall'1 al 7 ottobre. Nikkei -0,6%, Brent Oil -0,2% a $ 61,8 / b

GBP

Sterlina che ritorna in area 0.89 sul deterioramento delle aspettative di un accordo sul Brexit e sull’incertezza politica del Regno Unito. Oltre a questo l’esponente BoE Saunders (solitamente a favore di un rialzo dei tassi) ha sottolineato la probabilità verso una mossa espansiva da parte del’Istituto Centrale Inglese. Per la giornata di oggi attesa per il GDP del Q2 alle 10:30. A livello tecnico primo supporto 0.8780 mentre prima resistenza a 0.8960.

USD

Cambio stabile in area 1.09. Le paure della guerra commerciale sembrano essere tornate con le notizie secondo cui la Casa Bianca potrebbe “delistare” alcune aziende cinesi dai mercati americani e limitare gli investimenti americani in Cina. Notizia di Bloomberg smentita questa mattina dal Tesoro americano. Ad inizio seduta Mario Draghi ha sottolineato come i rischi dell’area euro sono esogeni e che gli stimoli monetari potrebbero restare per un periodo prolungato. Appena uscite questa mattina le Retail Sales tedesche di agosto leggermente sotto le aspettative (0.5% VS 0.6%YoY). Lato Vecchio continente attenzione anche all’inflazione tedesca preliminare di settembre in uscita alle 14:00. Nulla di rilevante lato US. A livello tecnico primo supporto 1.0840 mentre prima resistenza 1.1000.


Vorrei ricevere l’Analisi Giornaliera sulle Valute nella mia casella di posta elettronica

Questa newsletter, pubblicata cinque volte la settimana, passa in rassegna giorno per giorno i principali eventi e le attività che dominano i mercati.