Richiedi informazioni

Analisi dei mercati valutari

lug 04, 2019 | Analisi del mercato valutario

Pillole giornaliere

Azionario e obbligazionario ancora al rialzo: S&P ai massimi storici a 2.995 punti, rendimento del 10Y BTP recupera di 50bp a 1.67% questa settimana sulla scampata procedura di infrazione. Ad aiutare il movimento anche la proposta di Lagarde alla BCE percepita come dovish. Oggi mercati chiusi lato US per festività del 4 luglio. Domani attesa per i NFP di giugno lato US. Gli investitori giapponesi hanno acquistato ¥ 514,3 miliardi di obbligazioni estere la settimana scorsa, la quinta settimana consecutiva di acquisti netti, gli investitori hanno anche acquistato ¥ 115,6 miliardi di azioni estere, l'ottava settimana consecutiva di acquisti netti. Nikkei + 0,3%, Brent Oil a $ 63,5.

USD

Cambio che rimane sotto pressione sotto area 1.1300 sulla scia del nuovo candidato Lagarde alla guida della BCE e il differenziale dei rendimenti tra Europa e America che premia il biglietto verde. La divisa unica potrebbe avere ulteriori pressioni al ribasso se il nuovo capo economista Philip Lane ribadirà la necessità di un taglio dei tassi. A livello economico abbiamo le retail sales di maggio alle 11 mentre lato US mercati chiusi per la festività del 4 luglio. Primo supporto a 1.1215 mentre prima resistenza a 1.1330.

GBP

Sterlina che rimane sotto pressione sopra area 0.89. I deboli dati economici usciti di recente tra cui Manufacturing, Construction e Services PMI assieme ai commenti dovish di Carney mantengono la Sterlina debole. Oltre a questo, la situazione politca incerta sulle evoluzioni della Brexit e la propensione per il candidato Boris Johnson verso un NO DEAL aiutano il movimento al rialzo. Nessun dato economico per il Regno Unito. Primo supporto a  0.8920 mentre prima resistenza a 0.90.


Vorrei ricevere l’Analisi Giornaliera sulle Valute nella mia casella di posta elettronica

Questa newsletter, pubblicata cinque volte la settimana, passa in rassegna giorno per giorno i principali eventi e le attività che dominano i mercati.