Analisi dei mercati valutari

mag 29, 2019 | Analisi del mercato valutario

Pillole giornaliere

La Cina minaccia Washington sulle esportazioni di rare earths agli USA. Il giornale cinese People’s Daily che riprende la notizia menziona anche una frase cinese che significherebbe "non dire che non ti ho avvertito” https://www.bloomberg.com/news/articles/2019-05-29/china-gears-up-to-weaponize-rare-earths-dominance-in-trade-war. Chiaramente questa escalation non fa che alimentare il risk off favorendo il biglietto verde lo Yen e il Franco svizzero. La Banca Centrale del Canada oggi dovrebbe mantenere i tassi invariati a 1.75%. Nikkei -1,1%, EUR 10y IRS unch allo 0,37%, Brent Oil -0,7% a $ 69,6 / b.

USD

Cambio che torna sotto pressione in area 1.11 incapace di rompere decisamente sopra area 1.12. Il cambio favorisce il biglietto verde nonostante il declino dei rendimenti del 10Y UST a 2.22% e il 10Y BUND negativo a -0.17% sintomo dell’avversione al rischio a fronte delle continue turbolenze sulla guerra commerciale tra Cina e US. Per la giornata di oggi per il vecchio continente appena uscita la disoccupazione tedesca più alta delle aspettative al 5.0% per il mese di maggio. Lato US abbiamo solo l’indice US richmond manufactoring index in uscita alle 16:00. Primo supporto a 1.0900 mentre prima resistenza a 1.1230.

GBP

L’incertezza sulle possibili evoluzioni future della Brexit impatta sul pound che continua a scambiare sopra 0.88. Incertezza che viene riflessa anche nei risultati della Confederation of British Industry (CBI) che hanno mostrato un generale pessimismo del settore dei servizi in UK. Nessun dato di riferimento per la giornata di oggi per il Regno Unito. A livello tecnico primo supporto a 0.8750 mentre prima resistenza a 0.8870.


Vorrei ricevere l’Analisi Giornaliera sulle Valute nella mia casella di posta elettronica

Questa newsletter, pubblicata cinque volte la settimana, passa in rassegna giorno per giorno i principali eventi e le attività che dominano i mercati.