Richiedi informazioni

Analisi dei mercati valutari

nov 12, 2018 | Analisi del mercato valutario

Pillole giornaliere

EURUSD che rompe supporto 1.1300 nella sessione asiatica, sterlina in flessione dopo i rumors sui ministri inglesi che starebbero per dimettersi con la EU che ha dichiarato di aver rigettato l’ultima proposta di Brexit. Le preoccupazioni sulla divisa unica continuano: la deadline per la correzione del BDG da parte dell’Italia è domani, con il mercato che non si aspetta sorprese positive. Nikkei +0.09%, EUR 10y IRS invariato a 0.96%.

USD

Selling pressure sulla divisa unica in apertura di mercati europei, che continua a portare il cambio sui minimi dell’anno in area 1.1200 dopo i massimi di mercoledì in area 1.1500. Le negoziazioni sul Brexit  assieme all’Italia continuano a guidare il sentiment negativo sugli assets rischiosi. Il mercato si aspetta che la May invii un progetto di Brexit questa settimana, anche se il problema dei confini irlandesi non è ancora risolto. In Italia il governo dovrebbe inviare nuovamente la versione del budget alla EU, anche se anche qui l’ottimismo per un accordo è basso. Nessun dato rilevante sia per il vecchio che per il nuovo continente. A livello tecnico primo supporto a 1.1180, mentre prima resistenza a 1.1380.

GBP

I rumors e l’incertezza sul Brexit impattano la sterlina che contro EUR si è riportata sopra area 0.8700 nonostante il movimento al ribasso del cambio principe. Il Sunday Times ha riferito ieri che quattro ministri britannici pro-UE sono sul punto di dimettersi. Il rapporto afferma inoltre che l'Unione Europea ha respinto i piani del PM May per un meccanismo indipendente che preveda la partenza della Gran Bretagna da qualsiasi accordo doganale temporaneo concordato. Primo supporto a 0.87, mentre prima resistenza a 0.88.


Vorrei ricevere l’Analisi Giornaliera sulle Valute nella mia casella di posta elettronica

Questa newsletter, pubblicata cinque volte la settimana, passa in rassegna giorno per giorno i principali eventi e le attività che dominano i mercati.