Richiedi informazioni

Analisi dei mercati valutari

feb 15, 2018 | Analisi del mercato valutario

Pillole giornaliere

Scordate tutto quello che avete imparato sul libro di Macroeconomia. Adesso con un inflazione USA di gennaio in aumento, un 10Y UST a 2.92%, il rally del mercato azionario e delle commodity, non ha portato nessun beneficio al biglietto verde che sprofonda contro EUR fino area 1.25 per poi stornare leggermente. Una lettura può essere che il miglioramento delle condizioni inflazionistiche americane lette come miglioramento globale porti alcune banche centrali tra cui l’ECB ad attivarsi più velocemente per un rialzo dei tassi e da qui il movimento dell’EURUSD; solo una lettura… USDJPY a 106,50; GBPUSD a 1.40. In Sud Africa Zuma lascia la poltrona da presidende dopo l’ultimatum dell ANC, EURZAR in area 14,4000.

USD

Debolezza del biglietto verde nonostante buoni dati sull’inflazione portano il cambio vicino area 1.25 per poi ritracciare. Come detto sopra gli operatori di mercato fanno fatica a trovare una correlazione. A livello di dati abbiamo la bilancia commerciale europea di dicembre alle 11:00 assieme agli speeches di Praet e Lautenschlager. Per l’America PPI di gennaio, Jobless Claims e Philly FED alle 14:30. A livello tecnico primo support a 1.2350 mentre prima resistenza a  1.2530.

GBP

Cambio stabile in area 0.8850 a fronte delle forze contrastanti di un EURUSD assieme al GBPUSD al rialzo. A livello di dati nulla di rilevante per il Regno Unito. Primo support a 0.8770 mentre prima resistenza a 0.8930.


Vorrei ricevere l’Analisi Giornaliera sulle Valute nella mia casella di posta elettronica

Questa newsletter, pubblicata cinque volte la settimana, passa in rassegna giorno per giorno i principali eventi e le attività che dominano i mercati.