Richiedi informazioni

Analisi dei mercati valutari

giu 09, 2017 | Analisi del mercato valutario

Pillole giornaliere

Nel Regno Unito il PM May perde la maggioranza parlamentare e fa calare un'ombra sulle negoziazioni del Brexit e, soprattutto, sull’ottimismo di una stabile e duratura leadership che aveva posto al centro della sua campagna. In particolare, 315 posti vanno ai Conservatori (11 in meno dei dei 326 necessari per la maggioranza), 261 ai Laburisti (+29), SNP (Scottish National Party) 35 (-21). EURGBP a 0.88 con il Cable sotto 1.2700; agenda sul Brexit in dubbio. Ieri, la testimonianza di Comey non ha mosso molto i mercati anche se Comey ha confermato il conivolgimento di Trump. 10Y UST a 2.1988%. Sempre ieri, la BCE ha ribadito l’intenzione di fornire liquidità al mercato rivedendo al ribasso l’inflazione per il 2017-2019. 10Y Bund a 0.26%.

USD

Cambio che dopo la BCE di ieri storna sotto area 1.1200 anche a fronte delle elezioni inglesi. Dopo che la banca centrale europea disattende il mercato continuando con il suo tono dovish, adesso l’attenzione è rivolta verso le decisione della FED. Per oggi, giornata senza dati per l’Europa ad eccezione di alcuni BCE speakers. Anche per gli USA niente di rilevante previsto per oggi. A livello tecnico primo supporto a 1.11 mentre prima resistenza a 1.1285.

GBP

Cambio che riguadagna area 0.88 a fronte delle elezioni nel Regno Unito che hanno visto perdere la maggioranza da parte dei Conservatori e, di conseguenza, anche la possibile perdita della leadership del partito da parte del PM May. Adesso il mercato punisce la sterlina per le preoccupazioni sulle negoziazioni sul Brexit che subiranno un rallentamento. A livello di dati abbiamo per il Regno Unito la Consumer Inflation Expectation in uscita alle 10:30 assieme alla Industrial e Manufactoring Production e Trade Balance di aprile. A livello tecnico primo supporto a 0.87 mentre prima resistenza a 0.8850.


Vorrei ricevere l’Analisi Giornaliera sulle Valute nella mia casella di posta elettronica

Questa newsletter, pubblicata cinque volte la settimana, passa in rassegna giorno per giorno i principali eventi e le attività che dominano i mercati.