Richiedi informazioni

Analisi dei mercati valutari

mag 22, 2017 | Analisi del mercato valutario

Pillole giornaliere

Oggi meeting dell’Eurogruppo per chiudere il caso Grecia sule misure che il paese ellenico dovrà implementare al fine di sbloccare la prossima tranche di aiuti. Oltre a questo l’Unione Europea oggi farà anche il punto della situazione sulle posizioni nelle negoziazioni con il Regno Unito. Il petrolio rimbalza a $54.17/b sui rumors di un possibile accordo tra Saudi Arabia e Russia sulla estensione del taglio della produzione per altri 6 mesi al meeting di Vienna questo giovedì. Secondo il CFTC le posizione di contratti lunghi USD sono diminuiti da 35.749 a 34.275, JPY net shorts a 60.008 da 36.307, EUR net longs incrementate a 37.604 contratti, valore piu’ alto da marzo 2014. Nikkei +0.40%; 10y Bund a 0.368%; 10y UST a 2.25%.

USD

Dopo i massimi in area 1.12 di venerdi’ il cambio storna in area 1.1100 sempre a fronte della incertezza sull’amministrazione Trump dopo il Russiagate e la diminuzione delle aspettative di un rialzo tassi da parte della FED a Giugno (adesso a 80% di probabilità). Per il vecchio continente giornata light in termini di dati ad eccezione dell’Eurogroup meeting  sulla Grecia. Per il nuovo continente abbiamo solo alcuni esponenti FED che parleranno nel pomeriggio. A livello tecnico primo supporto a  1.10 mentre prima resistenza a 1.13.

GBP

Sterlina che perde terreno in area 0.8550 a fronte della notizia del weekend secondo cui il PM May potrebbe essere dimesso se il Regno Unito dovesse far fronte al conto salato dell’ EU di EUR 100 BIO. Sulla paura di questo la divisa del Regno Unito perde terreno. Occhi puntati per la giornata di oggi al discorso della May alle 20 di questa sera. A livello tecnico primo supporto 0.85 mentre prima resistenza a 0.87.


Vorrei ricevere l’Analisi Giornaliera sulle Valute nella mia casella di posta elettronica

Questa newsletter, pubblicata cinque volte la settimana, passa in rassegna giorno per giorno i principali eventi e le attività che dominano i mercati.