Richiedi informazioni

Analisi dei mercati valutari

ott 03, 2016 | Analisi del mercato valutario

Pillole giornaliere

Azionario asiatico positivo, grazie allo smorzarsi delle preoccupazioni sulla banca tedesca Deutsche Bank, che la scorsa settimana aveva tenuto i mercati di tutto il mondo con il fiato sospeso. Gli operatori scommettono sulla possibilità di un accordo tra l’istituto e il dipartimento di Giustizia Usa che possa abbassare la multa da $14 miliardi.

L’indice Nikkei della Borsa di Tokyo ha concluso le contrattazioni in rialzo dello 0,85%. Tra gli altri mercati asiatici, Hong Kong +1,16%; gli energetici hanno sostenuto l’azionario di Sidney, con la Borsa salita dello 0,78%. Chiusa per festività la borsa di Seoul e quelle cinesi.

Le quotazioni del greggio si stabilizzano sulle speranze di un taglio da parte dell'Opec. Il future sul brent con scadenza dicembre quota a 50 dollari al barile, mentre la scadenza a novembre sul future per il WTI arretra di  poco sotto i 48 dollari al barile

USD

La settimana si è chiusa con la debolezza della divisa unica su cui pesano le preoccupazioni sullo stato di salute del settore bancario e le aspettative di politiche espansive della Banca centrale europea. L’euro si è indebolito contro tutte le principali valute, seppur con variazioni contenute: il saldo settimanale contro la divisa unica vede il dollaro e lo yen apprezzarsi di circa lo 0,50% e la sterlina dello 0,30%. Poche novità sul mercato valutario con il cross Eur/Usd che continua a restare sulla parte alta del trading range laterale poco sopra gli 1.12 con una prima resistenza in area 1.1360 e supporto a 1.1120.

JPY

Il mercato azionario giapponese ha aperto questa prima ottava di ottobre su toni positivi, agevolato da un indebolimento dello yen e dall'attutirsi delle preoccupazioni internazionali per la tenuta finanziaria di Deutsche Bank. Intanto il rapporto Tankan elaborato dalla Banca del Giappone segnala che la fiducia presso le grandi imprese manifatturiere è rimasta invariata a settembre rispetto al trimestre precedente, mentre sullo scenario si addensano preoccupazioni e si dà per scontato un ridimensionamento dei profitti a causa dell'apprezzamento recente dello yen. La lettura del sondaggio si attesta a più 6, leggermente inferiore alle attese. Yen stabile sui livelli di venerdì scorso in area e scambia in apertura della sessione europea poco sotto i 114.

GBP

Apertura di settimana brusco per la sterlina, subito in calo contro tutte le principali divise a causa dell’annuncio arrivato dal primo ministro britannico Theresa May, che ha dato il via ufficialmente al processo Brexit nella giornata di domenica. Nei confronti del dollaro, la sterlina è scesa nelle contrattazioni asiatiche fino a $1,2902, al minimo dalla metà di agosto, e contro euro ha rotto nuovamente la soglia psicologica dello 0.87 centesimi.


Vorrei ricevere l’Analisi Giornaliera sulle Valute nella mia casella di posta elettronica

Questa newsletter, pubblicata cinque volte la settimana, passa in rassegna giorno per giorno i principali eventi e le attività che dominano i mercati.